24 settembre 2017 – IV Domenica dopo il martirio di San Giovanni Parrocchia S. Bernardo

per una comunità missionaria feriale

 

Feste Patronali

La lunga storia delle nostre comunità si concentra tutta nelle Feste patronali che caratterizzano il mese di settembre.

Basta scorrere i diversi programmi per vedere come le occasioni di stare insieme non mancano e sono un invito a sentirci sempre più parte di questo territorio che abitiamo e sempre più dentro la scia di coloro che hanno fatto la storia del nostro paese e delle nostre comunità, costruite attorno a tradizioni popolari e religiose che oggi sono affidate a noi e che abbiamo il compito di trasmettere agli altri.

La Festa Patronale è la festa di una comunità ed è l’occasione per dire con la festa la voglia di tenere vivo e di far rivivere un patrimonio di fede che nel tempo può cambiare le sue forme, ma che costituisce la roccia evangelica su cui costruire la nostra storia futura.  È l’occasione per molti di sentirsi parte di una comunità che, a partire dalla sua fede, sa animare con gioia contagiosa quella parte di mondo che si trova ad abitare.

Ringrazio di cuore coloro che si spendono per tutto questo, che amano le nostre comunità e il nostro paese e che nei giorni della festa si mettono a disposizione con grande generosità.

don Stefano



A proposito del Progetto “Esercizi di Ospitalità”

in via delle Rose

 

Nel discorso fatto nel giorno della sua nomina, il nostro Arcivescovo Mario, tra le altre cose, ha detto: “…Siamo chiamati a immaginare una società nuova, che dobbiamo costruire… questa vocazione a provare ad immaginare come potrà essere una popolazione composita, eppure capace di vivere insieme, una popolazione ricca di tradizioni culturali diverse, eppure capace di costruire un’appartenenza unitaria, dove nessuno si senta straniero, si senta sopportato, si senta discriminato…

La parrocchia di Santo Stefano e il Progetto “Esercizi di Ospitalità” continuano il loro percorso di apertura con lo SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) e quindi con un’accoglienza di carattere progettuale e meno emergenziale.

La struttura di via delle Rose si è attrezzata per accogliere 16 persone che hanno ricevuto a vario titolo e per varie ragioni, un permesso di soggiorno che sancisce il riconoscimento della protezione internazionale. Dall’8 di agosto, 14 dei 16 ragazzi sono arrivati e hanno iniziato il loro percorso nel progetto che ha una durata massima di sei mesi.

Le persone accolte sono giovani e motivate, la maggior parte di loro è arrivata nel progetto già con un bagaglio di competenze alto e con esperienze lavorative nel paese di origine molto diverse tra loro. Il bagaglio di esperienze, quello culturale, unito al buon livello di conoscenza della lingua italiana, permette a tante persone di differenti continenti, nazioni, culture e fedi, di poter parlare e convivere pacificamente. Si tratta infatti di persone di religione cristiana e musulmana. Provengono da Mali, Guinea, Bangladesh, Afghanistan, Somalia, Nigeria, Senegal, Camerun, Pakistan, Gambia.

Alcuni di questi, precedentemente accolti in Brianza durante il periodo di attesa della risposta alla loro richiesta di asilo, hanno trovato e costruito una rete di conoscenze e di amicizie di italiani e di connazionali incontrati sul territorio, che continuano a frequentare. La casa di Via delle Rose quindi non accoglie più l’emergenza ma accoglie l’urgenza di persone scappate dalla loro terra madre in cui era impossibile vivere o restare. La fuga è volontaria, ma sono le condizioni di vita concrete, estremamente critiche, che hanno reso impossibile evitare di fuggire dal proprio paese. Alcuni lavorano saltuariamente, altri da poco hanno trovato un contratto di lavoro e lasceranno il progetto in anticipo, altri ancora sono alla ricerca di lavoro per raggiungere l’autonomia. Cogliamo l’avvio di questa nuova esperienza come lievito nella pasta dell’ambito comunitario e cittadino, perché possa crescere la nostra capacità di accoglienza, di condivisione, di apertura, di dialogo, di solidarietà e perché si possano superare i timori, le diffidenze, il fastidio che può nascere dall’incontro con la diversità.

                

Giuseppe Filotico – Case manager – Consorzio Monza Brianza

Chiara – volontaria Caritas


 

FESTA DELL’ORATORIO

            25 settembre

  1 ottobre

Sabato 30    in serata,  ore 19.00 apertura cucina con menù a scelta ma su prenotazione…

iscriversi in segreteria entro mercoledì 27 settembre Possibile anche l’asporto

Menù: -pasta amatriciana+patatine+bibita 8.00 euro

-Cotoletta+patatine+bibita 6.00 euro

-Panino con hamburger sottiletta pomodoro+patatine+bibita 6.00 euro

-Amatriciana+cotoletta+patatine+bibita 11.00 euro

Animazione Karaoke con “Dino”

 

Domenica 1            Ore 10,30 S. messa in oratorio e

PdF degli ADO

Pranzo in oratorio – su prenotazione- possibile anche l’asporto alle ore 12.30

Menù: risotto alla monzese/Arrosto agli aromi/Patatine fritte/Dolce della casa/Acqua

Bambini fino a 5 anni GRATIS, ragazzi fino alla III° media 10.00 euro, adulti 15.00 euro

 

Giochi organizzati per ragazzi e genitori – LUNA PARK come stand in cui “tentare la fortuna”

 

16.30-18.30: Iscrizioni alla catechesi di I.C.

Mini torneo con gli AMICI DELLA SPORTIVA

      Nel pomeriggio funziona lo STAND GASTRONOMICO per patatine e zucchero filato

 


 

Do 24 IV^ domenica dopo il martirio del Precursore   

08.00 S. Messa

10.30 S. Messa Pro-Populo

Lu 25 Festa Patronale a S. Stefano

08.30 S. Messa

11.00 Concelebrazione in onore dei Santi Martiri con i preti della

citta` e quanti hanno svolto un servizio a Cesano

21.00 Genitori e allenatori-dirigenti della SPORTIVA in ORATORIO

Ma 26 09.00 S. Messa

21.00 Gruppo cucina

Me 27 S.Vincenzo de Paoli

08.30 S. Messa Defunta Luziani Antonella

17.00 CONFESSIONI ragazzi V in cappellina Oratorio

21.00 Genitori III-IV-V el. in ORATORIO

21.00 Consiglio Affari Economici Parrocchia S.Stefano

Gi 28 B.Luigi Monza

08.30 S. Messa Deff. F.lli Perego Giuseppe e Giuliano, Nobili Carlo Anna e Bambina

17.00 CONFESSIONI ragazzi di I Media in cappellina Oratorio

21.00 Genitori pre-ADO in ORATORIO

Ve 29 Ss Arcangeli Gabriele, Michele, Raffaele

17.00 CONFESSIONI pre-ADO, ADO e 18enni in cappellina Oratorio

18.00 Ritiro ADO per la pdf +cena

20.30: S. Messa deff. Ciceri Alberto Morabito Antonino e Nica – Paolo e  Anna Mariani

21.00 Genitori ADO-18enni in ORATORIO

Sa 30 Duomo di Milano: Rito di Ammisione dei candidati al sacerdozio

Ordinazioni Diaconali

16.30-17.30: CONFESSIONI

18.00 S. Messa Deff. Merlo Francesco – Pengo e Maniero – Trovò Adolfo,

Rosa e Clerice

19.00 APERTURA STAND GASTRONOMICO in ORATORIO e serata di FESTA

21.00 Centro don Virginio Pedretti

“20 anni di Teatro” Presentazione della stagione teatrale

Do 1Ott V^ domenica dopo il martirio di san Giovanni il Precursore

Festa Oratorio SNIA, S. Bernardo

08.00 S. Messa

10.30 S.MESSA IN ORATORIO cfr volantino